Skip links

User Experience

L'esperienza utente al centro

Target personas di riferimento

Spesso nei nostri articoli abbiamo parlato di User-Experience, facendo riferimento all’importanza degli utenti che visualizzano un determinato contenuto sul web.

Infatti i visitatori sono il Target al quale ci riferiamo quando andiamo a pubblicare un determinato prodotto su una pagina web o su un social network.

Proprio per questo motivo i nostri contenuti devono soddisfare i requisiti degli utenti “coccolandoli” con materiale originale e di qualità.

Questo articolo andrà ad approfondire questa dinamica, spiegando cos’è e come sfruttare la User Experienxe (UX) a vantaggio dei nostri contenuti.

UX, significato e spiegazione

La User-Experience (o più comunemente nel gergo del marketing UX) non è altro che l’esperienza individuale di un utente su un sito web attraverso il design di quest’ultimo.

In poche parole non si tratta altro che di un’insieme di strumenti e fattori che vanno a comporre l’interfaccia grafica cercando di rendere l’esperienza degli utenti il più piacevole possibile.

Si tratta dunque di un concetto che va oltre la semplice usabilità di un determinato contenuto ma tira in ballo aspetti decisamente più soggettivi come emozioni, esperienza, efficenza e semplicità di fruizione.

Ovviamente ogni user avrà esperienze e gusti differenti ma la finalità di questo processo è quella di rendere di semplice navigazione e utilizzo gli svariati contenuti sul web.

Perchè è importante la UX

Non pensare che una buona fruibilità su un sito web sia fine a se stessa anzi, è una stategia fondamentale che porta notevoli benefici alle aziende.

In modo più chiaro una buona esperienza utente basata sul targhet adeguato può portare alla realizzazione dei propri obbiettivi aziendali, ora vedremo come.

Prendiamo come esempio un e-commerce, ovvero un sito sul quale vengono venduti prodotti (come Amazon, Nike, Adidas, ecc..).

In questo caso rendere la navigazione e l’individuazione di prodotti o informazioni semplice e veloce porterà l’utente a compiere con maggiore possibilità l’acquisto, oltre ad aumentare la possibilità che quest’ultimo ne faccia uso in futuro se la sua UX è stata soddisfacente.

Per rendere efficace la User-Experience bisogna ricorrere alla User Research.

User Research, cos'è

La User Research non è altro che l’insieme di tecniche e metodi utilizzati per la raccolta dati al fine di migliorare la resa della UX.

Ogni settore o nicchia di mercato fanno riferimento ad un target di users differente e proprio per questo  la User-Experience deve essere sempre personalizzata sulla base delle necessità dei propri utenti.

Esistono svariate tecniche che permettono di raccogliere dati dopo un primo lancio della piattaforma o del sito web, attraverso i quali si definisce un design diverso dell’interfaccia sulla base dei punti deboli evidenziati da queste analisi.

Strumenti come Hotjar permettono di visualizzare i movimenti degli utenti all’interno del sito, evidenziando le zone strategiche dove posizionare i contenuti sui quali puntare.

Basti pensare che a volte il solo spostare un bottone o un link può drasticamente cambiare il risultato finale.

I 4 pilastri della UX Reseach

Prima di iniziare a progettare un sito web bisogna tener conto dei 4 punti cardine di una buona UX e utilizarli durante la ricerca.

ACCESSIBILITA’: l’interfaccia grafica deve essere sempre fruibile da tutti gli utenti, le cui necessità svariano enormemente. Secondo questa definizione bisogna tener conto anche di tutti gli users con capacità limitate siano esse di natura tecnologica, ambientale o fisica. In questo caso la User Research deve prendere in considerazione tutte queste problematiche e progettare una struttura totalmente user frendly.

ESTETICA: elemento fondamentale per rendere un sito semplice e intuitivo da utilizzare da parte di tutti gli utenti. La grafica di un sito è la prima cosa che salta all’occhio e che fa percepire immediatamente il valore di un contenuto. Utilizzare un’estetica minimal e istintiva permetterà agli users di compiere ogni azione in modo facile e agevole invogliandoli ad utilizzare la piattaforma in un futuro.

UTILITY: la User Research dopo un’attenta analisi e accurata raccolta di dati deve identificare le Target Personas, ovvero il target di pubblico al quale riferirsi e sulla base dei dati raccolti andare a delineare una struttura adatta.

USABILITY: con questo termine intendiamo il grado con cui un utente può fruire di un contenuto per raggiungere i suoi obbiettivi con facilità e soddisfazzione. Questo è sicuramente il punto cardine di una buona User-Experience e spesso e volentieri è anche l’unico ad essere percepito dagli utenti.

Le fasi della User Research

Come già citato in precedenza la User Research è fondamentale per andare a delineare i punti salienti su cui progettare un sito, proprio per questo vogliamo spiegarvi passo passo quali sono le fasi che la compongono.

Buyers Personas

Come prima fase sarà necessario individuare il target di riferimento al quale ci si vuole rivolgere, ogni strategia di marketing e comunicazione parte con queto punto proprio perchè solo conoscendo il proprio pubblico alla perfezione si può comunicare efficacemente.

In questa fase bisogna definire anche il Tone of Voice, ovvero la tipologia di comunicazione per entrare in empatia con il proprio target.

Successivamente bisogna identificarne i bisogni e creare la strategia per andare a soddisfarli.

Testing

La fase di testing racchiude tutte quelle tecniche e quelli strumenti per la raccolta dei dati.

In questa fase è strettamente necessario analizzare punto per punto il comportamento degli utenti sulla piattaforma e in base al tasso di conversione e agli obbiettivi aziendali delineare gli eventuali errori e linee guida.

Esistono innumerevoli strumenti che permettono la misurazione e la raccolta dei dati (Hootjar, Google Analitics, Google Tag Manager, ecc..) che andranno studiati e in fase di ottimizzazione delineeranno le linee guida per il miglioramento della User-Experience.

Optimization

Una volta raccolti i dati andranno analizzati per evidenziare i punti deboli e apportare le relative modifiche.

Valutando e analizzando la risposta degli utenti è possibile delineare una strategia di ottimizzazione dei contenuti.

Uno dei fondamentali parametri da tener in considerazione è il rapporto tra visite e finazzazioni da parte degli utenti; un rapporto tra queste due metriche decisamente sproporzionato ci permette di andare a identificare quali errori sono stati commessi sulla base delle Buyers Personas e ricalibrare l’interfaccia per aumentare le conversioni.

Conclusioni

In conclusione possiamo quindi affermare che il punto cardine dello sviluppo di un contenuto è quello di mettere al centro di tutto l’utente.

Soddisfare le sue esigenze reali è il moglior modo per aumentare il traffico in target sulla piattaforma e ottimizzare al meglio le conversioni.

Pronto a conquistare il World Wide Web?

Raccontaci il tuo piano a voce, per mail o inviandoci un messaggio subliminale.